Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

A rigor di linea. Ri-vedere Vanzaghello

Data di pubblicazione:

sabato 14 maggio, 2022

Tempo di lettura:

1 min

Visualizzazioni

13

Ultimo aggiornamento:

martedì 12 aprile, 2022

Cortile biblioteca

A piedi tra gli edifici e gli arredi urbani a tu per tu con il lavorio stratificato dell’uomo sulla forma.

Osservare una fotografia è un po’ come curiosare in un luogo senza essere visti, lasciando spaziare lo sguardo in attesa della sorpresa di trovarvi dettagli sfuggiti nella realtà visiva. Il fascino di preservare immagini della memoria personale e trasformarla in evento collettivo è l’obiettivo di ogni fotografo e di ogni mostra espositiva. Così “A rigor di linea” immagina il gesto di ri-vedere Vanzaghello nella sua contingenza architettonica da parte di un vanzaghellese, Carlo Torretta, appassionato di foto naturalistica e approdato per sfida personale a questo tema.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

12/04/2022